martedì 30 settembre 2008

Dalla Sardegna con furore!

Rieccomi!! Sono tornata giusto ieri sera prima di cena e ho impiegato la serata a guardarmi e segnarmi tutte le vostre ricette... Mamma quanto avete lavorato!! Sono andata a letto alla mezza!!

Sono stata contentissima di questa piccola vacanza, è andato tutto molto bene. Imiei cugini sono davvero fantastici, e mi spiace che siano così lontani perché siamo stati molto bene.

Siamo arrivate venerdì alle 11 a Cagliari e già a pranzo ci siamo strafogate di bontà! A cena poi non ne parliamo... quel sugo me lo sognerò ancora per parecchio tempo! Devo ammettere che mi mancava la Sardegna... non ci andavo da dieci anni!!

Poi domenica il matrimonio è stato molto carino, con delle usanze che non conoscevo: dopo che gli sposi sono usciti dalla chiesa (e mio zio ha cantato durante la funzione... sigh sigh), la mamma della sposa ha lanciato in aria un piatto pieno di monetine, caramelle e cioccolatini, poi ha rotto il piatto a terra, mentre gli invitati raccoglievano quello che riuscivano a trovare. Dicono che porti fortuna. La stessa cosa ha poi fatto la mamma dello sposo prima di entrare al ristorante.
Il ristorante!! Ah, che goduria! Siamo andati a mangiare a Lunamatrona, dopo che gli sposi erano andati a fare le foto in un castello a San Luri. Ricorderò sempre con le bave quel risotto alla pescatora e i gamberoni, poi era tutto buonissimo ma quel risotto mi è proprio rimasto nel cuore! E il maialetto... non poteva certo mancare!
Devo dire che anche se siamo stati a tavola dalle 14 alle 18, alla fine ero sazia ma riuscivo ancora a camminare... cosa che non sempre mi è possibile dopo i pranzi da matrimonio!
E poi... i dolci!! Hanno portato un po' di dolcetti sardi prima della torta, e poi il melone bianco (son riuscita a mangiarmene metà da sola, una volta) e infine il gattò... si scrive proprio così, non è francese. E' un croccante, che fa la famiglia dello sposo, il mio nuovo cugino, ed è... meraviglioso!!! Ero piena come un uovo e continuavo a cercarne ancora... Chissà quando mi ricapita di poterlo mangiare!

Comunque, un bel viaggetto. E' stato bello stare in famiglia, è stato bello mangiare con gli zii, è stato bello rivedere la "mia" terra, per metà almeno.

Il primo pomeriggio che siamo stati dall'altra zia, l'abbiamo aiutata a preparare i guefusu, che sono dei dolcetti tipici a base di mandorle, albume e zucchero, fatti a palline, e poi incartati in veline colorate... Fanno molta festa, così abbiamo preparato un bel cesto da dare agli sposi. Ho cercato di fotografare il procedimento perché è molto semplice ma allo stesso tempo d'effetto, ma alcune foto le ha ancora mia zia (un'altra, quella che è venuta con me, mia sorella e mia mamma... oddio che confusione!).

Questo è il materiale che serve per l'incartamento... le foto di come fare questi triangolini son quelle mancanti.



I guefusu da incartare



E via! La forma delle veline



Mia zia al lavoro



Ed ecco il fiore!



Il mio...





Ed ecco un bel cesto pieno di fiori! Non fa un bell'effetto??



E poi, tagliando le veline in quest'altro modo, si possono fare le caramelle... più tradizionali, ma sempre carine!



Ficco in mezzo anche una delle cose più buone che io abbia mangiato in questi giorni... chiamasi muggine! Quest'anno erano particolarmente buoni, ha detto mia zia, quindi ci ho dato dentro!



Presto posterò le ricette arretrate, ma adesso non potevo non parlare un pochino di questo bel "ritorno alle origini"! Vorrei parlare di Teresina, una cugina-mito per mio papà e i suoi fratelli che ha una brutta malattia ma una voglia di vivere pazzesca, abbiamo passato con lei ore veramente piacevoli, seppur non conoscendola. Ci ha fatte ridere e divertire con la sua solarità e ho capito perfettamente perché tutti la ricordino con tanto affetto. Avrei tante e tante cose da dire ma come al solito al momento di scriverle scappano via! In ogni caso... un'ultima cosa la devo dire: ho dei cugini bellissimiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!! Peccato siano cugini... sigh!!! :(


12 commenti:

  1. bentornata!!!
    che belle queste abbuffate, anche io in queste circostanze se il cibo è buono non riesco a controllarmi ma chiss ... ;)
    a presto!

    RispondiElimina
  2. Gaijiiiiiiiiii!!! bentornata!!!!!!!!!!

    quante prelibatezze!!

    ma sai che non conoscevo l'usanza di lanciare il piatto di caramelle?? davvero curiosissimo!!!
    Sono felice che sia stato un bel viaggetto
    I guefusu sono meravigliosi * oltre che buonissimi *

    E' bello avere dei cugini con cui si va daccordo!

    Un inbocca al lupo anche a Teresina.

    un bacione e aspetto anche le ricettine che hai in arretrato eh ^_^

    Buon martedi Gaiji!!

    RispondiElimina
  3. PANETTONA: ciao cara! ti dirò, sono riuscita a godermi il buon cibo senza abbuffarmi, stavolta! a parte al matrimonio, in cui però è stato talmente diluito nel pomeriggio che il vestito non è scoppiato! sono riuscita a fare porzioni piccole e a evitare il bis... perché volevo assolutamente assaggiare tutto!!!

    SARA: sarettaaaaaaaa!!! quanto entusiasmo, èun piacere sentirti!! neanche io conoscevo quest'usanza ed è stato molto carino! come l'andare in chiesa a piedi con gli sposi in testa! sììììììììììì questi son quelli che ho fotografato, ma di dolcetti ce ne sono tanti altri ancora più buoni!! cmq, tutto bene! anzi adesso credo aggiungerò delle foto che ho dimenticato! un bacione!

    RispondiElimina
  4. Ma quante cose buone ci hai descritto...dai che alla fine sei tornata stanca ma ti sei divertita!
    Non è ceh magari posto anceh la ricetta di questi doci...se son di mandorle...noi li adoderemmo di sicuro...
    bacioni

    RispondiElimina
  5. carissime, li posterei volentieri ma... ehm... ecco... alla fine, mia zia e io ci siam dimenticate!! so gli ingredienti base -albumi, zucchero, pasta di mandorle- ma non le quantità! scusate! mi informerò quanto prima e aggiungerò al post la ricetta!

    RispondiElimina
  6. Ciao bellaaaaaaaa!!! :D
    Che meravigla questa vacanzina, si capisce che ti sei divertita e che è andato tutto a meraviglia!in più eri in una terra a dir poco fantastica...Ahhhhh *.*
    Io sono golosa di seadas, la prossima volta che vai me ne porti un po'?? ;P
    (ps. qui sei tu l'unica parente...forza, condividi le foto dei cugini, su, su! ;D)

    RispondiElimina
  7. Bentornata, sono contenta che la vacanza sia andata bene:-)Stare in famiglia è sempre bello:-)
    Sai che quì c'è un'usanza simile?
    Cioè una volta usciti dalla chiesa, lo sposo (mi sembra) lancia delle monete per terra ed i bimbi fanno a gara a chi ne prende di più;-)

    RispondiElimina
  8. Sai io conosco bene come si mangia in Sardegna, e ti capisco quando dici che hai mangito tanto.....con tutte quelle bontà;))

    RispondiElimina
  9. Ma che bello e che colori!
    Marty

    RispondiElimina
  10. Ale: ah ah ah!! sapevo avresti fatto una richiesta del genere!! ma se sei felice come poche in coppia!! ma lo sai che, vergognosamente, non conosco le seadas??? cosa sono?? (arrossisco)

    SWEETCOOK: ma dai? allora è solo qui che non c'è nulla di simile... meglio così perché almeno è stato un po' diverso dal solito! io adoro le tradizioni!!

    PAMY: sìììììììììì ma più che tanto... bene!! le mie zie poi sono delle ottime cuoche!!

    RispondiElimina
  11. wow che splendide presentazioni, tutto rigorosamente da copiare...

    RispondiElimina
  12. sì è carinissimo vero? non ho propro resistito a fotografare tutti questi bei colori... e poi, sono un'ottima idea per dei regalini!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...