lunedì 14 dicembre 2009

Rotolini di sfoglia al cocco e albicocca per ‘celebrare’ la risoluzione gaijinesca…

Post lungo… temo. Un po’ per le mille cose da dire, un po’ per far passare questa serata, a conclusione di una giornatina non facile. Portate pazienza… la ricettina arriva, al fondo… anche se ancora non ho deciso quale.

Allora l’ultimo post pubblicato vedeva una Gaijina sulla via del paradiso, nevvero? Beh, lunedì scorso ero sottoterra… La causa dei miei mali è sempre e solo lui, Sako, che qualcuno lo colpisca fortissimo con un tubo d’acciaio o gli sostituisca quel cervello di pollo che si ritrova. Almeno l’emisfero che riguarda i rapporti interpersonali.

In pratica lunedì stavamo chattando e lui mi butta lì che in due giorni sarebbe partito. Così, a freddo. Per dove? Dubai, Libano, poi Parigi. Alla parola Parigi, hanno iniziato a scendermi le lacrime. Non per commiserazione di me stessa, ma per la consapevolezza che era arrivato quel momento in cui avrei dovuto dire ‘basta’. Non so se vi ricordate l’ultima volta che era andato a Parigi, quest’estate… Tenendomi nascosta l’esistenza di una ragazza laggiù… Cosa che era poi venuta fuori per sbaglio in compagnia, vi ricordate? Beh, da allora, io sono stata l’unica. Quindi il problema era, come dire, stato accantonato. Ma adesso ecco che si ripresenta, nudo e crudo, e quando meno me l’aspetto. Non solo mi comunica la sua tappa di viaggio, ma precisa pure, per iscritto, che così avrebbe potuto occuparsi di lavoro, della famiglia, e della ex ragazza. Con tanto di ‘hehe’ e faccina con linguetta. Il gelo si è impossessato di me. Le mie lacrime sono diventate ghiaccio, e lui, povero, minuscolo, insignificante individuo così pieno di sé, quando ho fatto per terminare la conversazione mi ha pure chiesto se lo stavo sbolognando e cos’avevo che non andava. No comment…

Ho passato la mia solita notte a piangere e ad accumulare fazzoletti nel cestino e sul pavimento, il giorno dopo a scuola ero una straccio con due occhi così. Il signorino poi l’ho risentito, mi ha chiesto se mercoledì sera sarei andata al Qbar, così mi avrebbe salutata (forse). Mi ha persino telefonato per dirmi che mi sarebbe passato a prendere (peccato, troppo tardi, eravamo già arrivate).
E’ arrivato con Jack e Hovig e non si sono neanche uniti a me e le mie amiche, così io ho fatto la spola tutta la sera. C’era una cosa che volevo scoprire… Mi aveva detto che insieme a lui sarebbero andati anche Sean e Lucy, la coppia cinese sua amica, nonché quella al cui matrimonio ho partecipato a inizio ottobre, nonché quella che è già andata in Libano con lui, a maggio. La cosa mi aveva calmata, e non poco… Insomma, è ben diverso se va a Parigi per stare con un’altra o se è accompagnato da amici. Poi, il dubbio… Dunque lui sarebbe partito giovedì… Mi aveva detto che avrebbe trascorso in Libano solo 2 giorni… Prima avrebbe dovuto andare a Dubai, ma in genere non ci sta più di 2-3 giorni… Quindi ho pensato: se anche Sean e Lucy vanno a Parigi ok, ma se loro due dopo essere stati in Libano se ne tornano a Qingdao, allora volendo avrei potuto andare anch’io con tutti loro, e tornare prima insieme a Sean e Lucy… chiedendo un solo giorno di vacanza alla scuola.

Quindi, quella sera volevo capire come stavano le cose (anche se, lo so bene, il problema di fondo non cambiava… diciamo che poteva solo peggiorare ancora).
Allora lui mi ha detto che alla fine sarebbe andato solo Sean, che a Dubai si sarebbero fermati 5 giorni, poi Libano, e poi mi ha confermato che Sean sarebbe tornato indietro, lui avrebbe proseguito per Parigi. Di nuovo, il ghiaccio si è impossessato di me. Ma come si può essere così insensibili e parlarne così apertamente senza mostrare la minima vergogna??? Io non mi capacito.

Poi è andato a parlare con Ale e anche a lei ha detto tranquillamente che a Parigi ci andava per la sua ex ragazza. Alla frase di Ale “Ah sì? Non sapevo che avessi una ex ragazza a Parigi!”, la sua risposta è stata: “Non solo a Parigi, le ho dappertutto. Anche in Russia. Anche in Libano. Io non faccio niente, sono loro che vengono da me”. Ma che sbruffone!!! Prima che IO accettassi di frequentarlo, si è dovuto impegnare parecchio!! Poi però, guardatemi adesso… –.-‘

Quella sera ci ha riaccompagnate a casa in macchina, e l’apice del tutto è stato che non è manco sceso per salutare. “Bye, bye…” è stato il massimo che ha ritenuto opportuno fare.

Altre lacrime, dovrei abitare in un deserto e si riempirebbe di oasi in men che non si dica.

Poi, giovedì ha avuto l’ardire di scrivermi dall’aeroporto per rendermi partecipe del fatto che l’aereo era in ritardo di due ore. Cacchio me ne frega, avrei voluto rispondere.

Poi, è arrivato venerdì. Volevo uscire. Ho pensato parecchio a che comportamento adottare, per evitare scenate (odio le scenate, non sono proprio la tipa), tanto più che non essendo la sua ragazza non ho manco il ‘diritto’ di farle, visto che la situazione la conoscevo fin dall’inizio; ma per evitare anche di calpestare definitivamente la mia dignità.
Alla fine ho deciso che io non mi farò mai sentire, fino al suo ritorno. Se lui lo farà, nei primi giorni almeno, perché di sicuro a Parigi sarà impegnato, mi mostrerò educata ma distaccata. Quando tornerà, non lo cercherò più. Eviterò di trovarmi da sola con lui. Alla prima occasione, vuoi che sia da loro a cucinare, vuoi che siamo da loro a guardare un film, appena mi mette le mani addosso adotterò il mio sguardo di ghiaccio che è capace di paralizzare un serpente e gli dirò “Fammi il piacere di levarmi le tue manacce di dosso”. Non mi farò incantare dal suo sguardo tra il divertito e il sorpreso, manterrò la mia fermezza, lo prenderò da parte e gli chiederò: “Ma pensi davvero che dopo essere stato a Parigi fino adesso a farti un’altra tipa io sia qui ad aspettarti a braccia aperte? Ma allora sei scemo! Non funziona così nel mio mondo sai? E’ meglio per te se mi stai alla larga per un po’, sono stufa di servirti e riverirti per niente. Aria!”.

E poi non so, tanto queste cose non si possono programmare subito. Nella mia favola lui si rende conto di quanto gli manco, che è stato uno stupido, che ho ragione, e ricomincia quei piccoli gesti che faceva all’inizio, quando mi ha portata via dal tedeschino, per riconquistarmi… Io lo lascio crogiolare un po’ nei rimorsi, poi capita la serata che tutto finisce bene, e lui stavolta ha imparato la lezione e non mi darà più per scontata.

Nella realtà invece lui mi dirà che non sono la sua ragazza e che me lo ha sempre detto, e che se non mi va bene a lui non interessa e possiamo pure finirla, che per lui non fa differenza. Io soffrirò silenziosamente le pene dell’inferno e continuerò a guardare se è connesso o no, e a domandarmi cosa starà facendo.

Venerdì dicevo che siamo uscite. Al Lebang era una tristezza, quando siamo arrivate vuoto totale. Poi ho conosciuto una ragazza, Gina, e con lei mi sono spostata al Jazz, Ale è tornata a casa che doveva lavorare il giorno dopo.
Questa ragazza è fantastica!!! Tedesca, carinissima, solare, allegra, fine. Mi ci sono trovata subito bene il che per me è raro, e siamo subito entrate in confidenza. Mi ha detto tante cose carine, mi ha tirata molto su e quella sera sono stata brillante. Ho conosciuto un ragazzo americano, che alla fine mi ha invitata fuori a cena. Poi andato via lui sono arrivati altri ragazzi, olandesi, tra cui uno follemente innamorato di Gina.
L’amico ha iniziato a chiacchierare con me, non mi piaceva a dire la verità, non il mio tipo, però è stato bello avere l’impressione che la persona con cui parli sia veramente interessata a quello che dici. Sensazione ormai lontana nei miei ricordi…
Poi ho conosciuto un cinese, ma che cinese!!! Fossero tutti così, a quest’ora lo saprei parlare perfettamente! Molto occidentale, simpatico, brillante, non puzzoso d’aglio, divertente, davvero in gamba. Unica pecca: mi ha chiamata Shakira pure lui. Io che non stavo pensando al deficiente, immediatamente ho sentito una freccetta al cuore, ma mi sono fatta forza e ho mantenuto il sorriso. Mi ha detto che non sono i capelli (in effetti prima di tagliarli potevano ricordare quelli di Shakira, ma adesso proprio no!!), ma l’aspetto e la personalità. Io non so se tra voi c’è qualcuna che conosce personalmente Shakira, io no e penso manco lui quindi questa risposta non l’ho capita. Ma sta ragazza mi è sempre sembrata una tipa allegra e vivace quindi non mi spiace affatto se appena conosciuta do anch’io quest’impressione (se mi avesse vista le sere prima a piangere e singhiozzare a chi mi avrebbe paragonata? :||).

Comunque, sono tornata alla 5, con 4 nuovi numeri di telefono (compresa Gina), un bel po’ po’ di complimenti (Ehi, ma sai che sei bella davvero? e ma! hai dei capelli morbidissimi!!!) e due inviti a cena. Per di più Gina mi ha detto che sia l’americano che l’olandese sono bravissimi ragazzi e che ho fatto bene a dare il numero (non so mai che fare, mi sento troppo maleducata a dire no non te lo do, temo che pensino che me la tiro… ma quanto sono sbagliata io???) perché è solo una cena e va benissimo così. Mi ha detto che se i ragazzi non mi si avvicinano è perché sono troppo bella e danno per scontato che io veda già qualcuno. Io mi son fatta una risata sonora ma ovviamente mi ha fatto molto piacere, tanto più detto da una ragazza appena conosciuta. Diciamo che sarebbe un modo migliore e meno auto-riduttivo di vedere le cose.

Insomma, una bella serata. Proprio bella. Adesso in me il sentimento dominante è la rabbia e la voglia di riscattarmi da questo schiavismo in cui mi autometto quando frequento un ragazzo. In una serata ho conosciuto gente, non certo l’amore della mia vita né nemmeno qualcuno che mi piaccia davvero, ma mi fa bene vedere gente nuova, avere una vita al di fuori di casa di Sako e uscite con Sako e company. Lui ormai sa che sono lì, a sua completa disposizione, e quindi si fa i suoi comodi. Adesso però basta. Sono arrivata (alla buon’ora) al punto limite, stavolta ho superato la linea di confine.

Weekend intenso… telefonate inaspettate e proposte lavorative… adesso attendiamo risposte ma non ci illudiamo perché le cose troppo belle non bisogna mai aspettarsele.

Stamattina a scuola mi hanno fatta impazzire! Che giornatina… Avevo pensato di invitare Jack e Hovig per cucinare la torta salata di carne, apposta adesso che Sako non c’è così poi gli avrebbero raccontato cosa si era perso, ma alla fine non sono venuti, quindi si farà domani. In compenso ho utilizzato la prima pasta sfoglia che ho tentato di fare… L’avevo congelata e ne ho usato uno dei due pezzi. Siccome avevo commesso uno stupido errore (ovvero avevo usato il burro ancora troppo duro rispetto alla pasta e così non si era amalgamato bene), per la torta salata ho rifatto un’altra pasta sfoglia, con un altro procedimento, e la primissima l’ho adoperata per dei dolcetti semplici semplici… perché ho pensato che in quel caso non sarebbe stato così importante che sfogliasse o meno.

Ma!!! Non ve l’ho detto!!!! Ho comprato il forno!!!! Finalmente!!!!! E così l’ho subito battezzato. Vi lascio la ricetta di questi dolcini, visto che sono freschi freschi di oggi, di là in cucina gli ultimi… anzi quasi quasi, mentre scrivo, ne vado a recuperare ancora uno… E poi da domani dieta di nuovo!!

ROTOLINI DI SFOGLIA COCCO E MARMELLATA DI ALBICOCCHE

P1000966

Ricetta presa da qui.
Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia (io ho usato quella di Paoletta)
4 cucchiai di marmellata di albicocche
cocco grattugiato
1 albume
30 g zucchero
35 g biscotti
25 g cocco

Montate l’albume con lo zucchero, poi aggiungetevi i biscotti tritati e i 25 g di cocco, mescolate bene.
Spalmate la marmellata sulla sfoglia,

P1000938

P1000939

P1000940

P1000941

sopra spargete del cocco e sopra versate il composto di biscotti, cercando di livellarlo il più possibile. Arrotolate il disco di sfoglia, chiudetelo in pellicola a caramella e mettetelo in freezer a compattarsi per un’oretta.
Tagliatelo a rondelle e sistematele sulla placca da forno coperta di carta forno, cuocete fino a doratura a 180-200°…

P1000956

P1000960

Dipende dai forni, il mio ci ha messo abbastanza e ho dovuto fare qualche spostamento sotto-sopra della teglia (e alla fine li ho anche bruciacchiati un po'… damn it!!

P1000969

Ma… volete sapere la sorpresa??? Han sfogliato!!!! E pure bene!!! Non ci potevo credere!!! Una soddisfazione davvero unica… come quando sei spaventatissima ai tuoi primi muffin e poi invece vedi spuntare la cupolina e ti si allarga un sorrisone sulla faccia!

P1000974

Ale è arrivata a casa ed ero un po’ dispiaciuta perché a lei il sapore del burro non piace, e in questa pasta sfoglia si sentiva parecchio, troppo anche per me. Dappertutto ho letto che è giusto così, e che è normale, ma io temevo fosse perché il burro non si era amalgamato bene nelle fasi di stiratura…

P1000975

P1000976

Comunque lei per cortesia li ha assaggiati e… sembra che le siano piaciuti!!! Credevo lo dicesse per non deprimermi in una giornata pesantuccia ma invece mi ha assicurato che sono troppo buoni e ne ha mangiati 4! Io ovviamente felicissima, avrò fatto mille foto agli strati della sfoglia… Con il tempo che ci ho messo e quel che costa il burro qui, se non fosse venuta bene sarebbe stato abbastanza triste… E invece!! Chissà quella che ho fatto oggi…

Chiedo perdono per le troppe foto, ma è troppo eccitante il fatto che abbia sfogliato!!!!! :D I piccoli piaceri della vita….

Ultimissima: chi è appena stato taggato in almeno 50 foto, scattate a Dubai nelle serate di venerdì e sabato, con l’espressione più goduta sulla faccia della terra, nessun segno di mal di stomaco o di della stanchezza sempre lamentati qui? Ma ovvio!! E chi se no? La merdaccia! Con tanto di amicone (stesso stampo) e amichette, per la precisione due, belle, mature, tiratissime, festaiole, in confidenza col soggetto in questione.
E bravo l’amicone! Non ti preoccupare, divertiti tranquillo, che quando torni ci pensa Ele a farti i massaggini e le tisane per il mal di pancia… Ti stritolerò le ossicina e metterò del detersivo per i gabinetti nel tuo the che ti avrò preparato con tanto amore e dedizione. Vedrai che allora il mal di pancia ti viene davvero, e poi non balli più, manco a Dubai.

Take care, sweetie! Always yours,

with love,

Gaijina

12 commenti:

  1. ciao...posso essere sicera con te?
    lascia perdere sako...non ne vale la pena...ti fa solo stare male...è assolutamente repellente il modo in cui si comporta...scusa per la verve...mi raccomando non permettergli di farti stare male, non te lo meriti!un bacione e complimenti per la sfoglia!

    RispondiElimina
  2. Nella vita è meglio sbatterci la testa da sè... per capire, bisogna viverle le cose per poi prendere coscienza e decidere ... Mi auguro per te che inizi un nuovo capitolo con questi nuovi amici, non esiste solo lui come pultroppo non esisti solo tu per lui...guardati attorno... sei troppo bella per avere gli okki rossi e gonfi di lacrime Ele! Si, ma un rotolino a me???? :-o

    RispondiElimina
  3. :-o:-o:-o:-o:-o:-o non aggiungo altro!

    Parliamo di pasta sfoglia che è meglio. Sei staa coraggiosissima e hai tutta la mia ammirazione. Io non mi sono ancora decisa a provarla ;)) ho paura di far disastri!

    RispondiElimina
  4. concordo con Sofy!!!! lascialo perdere!!
    buonissimi questi rotolini!!!

    RispondiElimina
  5. deliziosissimi questi rotolini!

    RispondiElimina
  6. Complimentissimi per la pasta sfoglia. A me sembra super sfogliata. Io non ho ancora mai provato a farla. Mi serve tempo.
    Per Sako mi dispiace davvero, so che parlare dall'esterno é più facile ma creo davvero che dovresti lasciarlo stare. Sai, io creo di aver capito che alla fine agli uomini non piace quando li vai dietro. Ti danno per scontata. Si molto indifferente al suo ritorno e fredda vedrai che poi verrà lui da te. E approfitta a conoscere i nuovi ragazzi dell'altra sera.
    Se lui é a Parigi te lo controllo io!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  7. SOFY: grazie sofy... lo so che non me lo merito, ma non perché io sia speciale, ma perché gli sto dando tutto quello che posso... e più gli do meno ricevo... c'è qualcosa di sbagliato in tutto ciò, no? almeno la sfoglia non mi ha delusa... se ci si metteva pure lei, dovevo mettermi le mani nei capelli e urlare!!

    MAGGYE: ok ne abbiamo già discusso e messo a punto la tattica da seguire... anche più di un rotolino, per ringraziare la mia dottò!

    FIORDILATTE: ahahahhhha aspettavo il tuo commento!!credo che se mai incontrassi sako gli sputeresti in un occhio!! anche io ero terrorizzata ma mi è venuta bene in entrambi i modi.... poi sai che felicità!!!

    MICAELA: sìsì ho capito... le blogger adesso sono tutte anti-sako!!! potremmo aprire un gruppo su facebook, sono sicura che se ne aggiungerebbero parecchie da tutto il mondo, visto che si vanta tanto!!

    FEDERICA. grazie! sì erano buoni, anche se con la nutella sarebbero ancora più golosi... ma la sto serbando per una torta... quindi non l'ho potuta toccare!

    KRISTEL: eheh lo so, un giorno ti sveglierai con in mente la sfoglia e ti metterai all'opera e sarà un capolavoro sicuramente!! hai ragione, è vero, tipi come sako (anche se in fondo tutti quanti un po' lo facciamo, anche se le donne molto meno) appena raggiungono l'obiettivo non fanno più niente per tenerselo, tanto è lì... ma non per sempre. vedremo... credo che sarò naturale ma solo più un'amica, e vedremo quanto e se gli dispiacerà. sì credo sarà a parigi intorno al 20, magari dal 18... ma son solo supposizioni, non so nulla!! se vedi lui (tu non sei su facebook, non l'hai mai visto sako vero?) con una stangona bionda coi denti da cavallo in giro per parigi, puoi stringergli la mano per il suo encomiabile comportamento e raccontare un po' di cose a lei... un bacione anche a te!!

    RispondiElimina
  8. Ma senti, se vuoi lo colpisco io Sako con un tubo d'acciaio!!! No dai, la violenza non risolve le cose. Mi dispiace che tu stia così male ma forse è un bene che sia arrivata al limite e voglia prendere le distanze da questo ragazzo. Sembri davvero la sua schiava Gaijina, questa cosa non mi piace. Capisco che all'inizio potevi credere che Sako prima o poi si sarebbe innamorato di te e avrebbe mollato tutte le altre, e allora è stato giusto tentare, ma questa favola ancora non si è avverata e secondo me è arrivato il tempo di mollare. Lui calpesta i tuoi sentimenti, non ne vale la pena (scusa, lo so che non sono te, ma provo ad immedesimarmi, perdonami). Dunque prendere le distanze va bene. Ho solo paura che quando Sako tornerà dal suo viaggetto in giro per il mondo a te sarà mancato talmente tanto che dimenticherai anche solo per un momento tutta questa sofferenza. E quel momento sarà fatale perchè ti farà riavvicinare a lui! Invece no Gaijina! Devi tenere duro! Ah ma quanto mi fa incaXXXre Sako!

    RispondiElimina
  9. Gaijina... davvero... se ti dico che meriti di più non ti sto dicendo una banalità, è vero, ma ci devi credere tu per prima. A volte perdiamo la testa per certi ragazzi che non ci meritano. E' normale. Ma il cuore non basta, bisogna anche usare la testa e capire quando non è gisuto per noi, quando pur facendosi battere il cuore all'impazzata, non ne vale la pena. Forza Gaiji! Kiss ;)

    RispondiElimina
  10. BABI: eeh, parole sante piene di saggezza!!! lo so, lo so... la mia testa mi dice le stesse cose, almeno... la parte razionale... poi quella irrazionale ogni tanto svicola.... solo una cosa ci tengo a precisare: non ho mai mai mai sperato che lui si innamorasse di me. fin dall'inizio ho sempre avuto la sensazione che tra noi fose capitato e basta, che non ci fossimo scelti perché ci piacevamo... poi però, visto come son cambiate le cose per me, speravo che lui avrebbe continuato a dimostrarmi che ci tiene (perché ci tiene, questo lo so). tutto qui... ok dai con tutto questo tifo non posso non farcela!!! grazie ragazze per la solidarietà femminile!!! :D

    RispondiElimina
  11. Buongioro carissima!!!
    dire che non ti merita è superfluo tu lo sai già!!!
    Cerca di stimarti tanto di più !!! che se continui a guardare quella porta chiusa non riesci a vedere che intorno a te ce ne sono tante aperte ad aspettarti e a farti vivere emozioni meraravigliose!!!
    L'amore è una cosa meravigliosa!!! non sprecare i tuoi sentimenti con chi li calpesta!!
    Si amare è bellissimo si può anche amare un amore impossibile ed essere felice!!!
    ma non amare chi non ci rispetta io direi di no!!! in bocca al lupo!! il mondo è pieno di uomini meravigliosi!!! che possono farci emozioni indiscrivibili!!!
    a proposito di ricettana ... bravissima hai fatto la pasta sfoglia di Paoletta!! complimenti per i dolcetti!!
    katty

    RispondiElimina
  12. KATTY: ciao katty, grazie!! che belle parole, mi piacciono le persone ottimiste!!! dovrei veramente imparare da te!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...